rome-travel-experience-blogs-anatomy

Oggi ci accomodiamo nel salotto di Elisa per parlare del suo blog RomExperience Travel Blog. Ecco quello che ci ha raccontato!

1. Descriviti in un tweet

Instancabile curiosa, lunatica, sempre con una nuova idea in testa. Sogno un biglietto di sola andata e una vita vista mare. #TravelAddicted rome-travel-experience-blogs-anatomy

2. Abbiamo letto che il viaggio è una passione di famiglia, quando hai deciso di aprire un blog a tema?

Viaggiare è diventata una passione grazie a mio padre. E’ con lui che a 5 anni ho preso il primo aereo, direzione Parigi. Ne sono seguiti tanti altri, sempre insieme, poi crescendo ho imparato ad organizzare tutto da sola, spendendo il meno possibile. Se è low cost prenoto! Non importa la destinazione, per me ogni angolo del mondo merita di essere visitato. Il blog è nato solo un anno fa, per una sfida personale. Ho voluto tuffarmi in un ‘mondo’ di cui sapevo ben poco per vedere cosa sarei riuscita a fare grazie alle mie conoscenze su Roma ed esperienze di viaggio.

3. Il tuo blog porta Roma nel titolo, cosa rappresenta per te questa città?

Roma è una città unica che merita di essere vissuta almeno un giorno da chiunque. Io l’ho conosciuta prima da turista, in quanto non è la mia città natale, e poi da abitante. In questo modo ho imparato a conoscere i suoi pregi e difetti. Attraverso il blog cerco di valorizzare i suoi luoghi meno conosciuti. Dal punto di vista personale questa città rappresenta un punto di partenza di tante cose della mia vita: la carriera universitaria, le esperienze lavorative, i viaggi. 

rome-travel-experience-blogs-anatomy4. Sei una blogger a tempo pieno o hai altri impegni lavorativi?

Sono una studentessa-blogger.  Sto finendo la triennale in Scienze del turismo ed ogni giorno mi ritaglio del tempo per il blog, spesso la sera quando finisco di studiare. 

5. Qual è stata la meta più facile da raccontare? E quella più difficile?

La meta più facile è stata Valencia, una città che ha molto da offrire. Mi ha stupito l‘intreccio tra storia e modernità, il verde dei parchi e l’odore del mare. E’ stato semplice far riaffiorare i bei ricordi per scrivere ciò che mi ha colpito di lei. Riguardo quella più difficile, l’isola di Fuerteventura. E’ una di quelle mete che mi ha lasciato a bocca aperta per i suoi scorci mozzafiato e la natura selvaggia. Per la prima volta mi sono immersa nelle acque fredde dell’oceano ed ho provato a fare surf. Ho provato tante emozioni che non sono state facili da descrivere.

6. In un recente post “Confessioni di una viaggiatrice: quella volta che…” dici che nonostante vengano principalmente raccontate le belle esperienze, ogni tanto qualche disavventura in viaggio capita. Rivelaci un aneddoto divertente!

E’ quasi impossibile che tutto vada alla perfezione. Una disavventura che mi viene in mente è quando con le amiche sono stata ad un festival di musica reggae in Spagna. Una sera abbiamo mangiato tutte la paella e indovinate a chi doveva far male? a me! Sono stata tre giorni con i dolori alla stomaco, ma ho resistito e l’ultima sera ero in prima fila per il concerto di Sean Paul. Non potevo perdermelo!

7. Qual è il tuo rapporto con i social network?

Amore ed odio. Mi piace l’interazione che crea valore, lo scambio di informazioni, le conversazioni interessanti che si possono creare con altri blogger. Ma riuscire ad essere sempre aggiornati, stare dietro a tutto rischia di farti perdere di vista la realtà. Quella dove non ci sono like ma persone vere. rome-travel-experience-blogs-anatomy

8. Prossimi viaggi in programma?

É da tempo che penso ad Amsterdam e la primavera é sicuramente la stagione giusta per andarci. Su molti blog ne parlano bene e io non vedo l’ora di pedalare tra canali e tulipani. Aspetto di trovare il volo giusto e poi… si parte!

9. Qual è secondo te il valore aggiunto di far parte di una directory come Blogs Anatomy?

Conoscere i blog della propria categoria e scoprirne altri diversi. Ma anche avere l’opportunità entrare in contatto con aziende del settore.

10. Blog internazionali: quali sono i tuoi preferiti? 

Seguo con piacere The Blonde Abroad che invidio per le sue splendide foto in giro per il mondo e Manuela Vitulli che riesce a catturarmi con i suoi racconti emozionali.

Commenta